“Vorrei prendere il treno” la Onlus che migliora concretamente inclusione ed accessibilità

Pubblicato da: Serena Castaldi Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 20 Settembre 2017

La Onlus “ Vorrei prendere il treno ”, fondata da Iacopo Melio, sensibilizza alla diversità e lo fa in modo ironico e divertente, proponendo una visione della disabilità leggera e naturale.

Il progetto nasce nel Gennaio 2015 ed ha raggiunto moltissimi obiettivi, abbattendo barriere architettoniche e culturali proponendo e portando a termine, importanti progetti sul territorio.

# vorrei prendere il treno, propone idee e soluzioni per migliorare l’inclusione e l’accessibilità nelle nostre città, ed è incredibile pensare come tutto sia nato da un post (proprio del presidente) sul suo blog, dove in maniera molto ironica accusava proprio le barriere architettoniche di essere causa del suo stato di single.

L’articolo intitolato “Sono single per forza, non piglio l’autobus!”, raccontava l’ impossibilità di Iacopo nel trovare l’amore a causa della scarsa possibilità di utilizzare i mezzi di trasporto, vedendo così limitata la propria libertà.

Vorrei prendere il treno

 

Si perchè quello che un normodotato vive come regolare, spesso non lo è e porta chi è costretto su di una sedia a rotelle a rinunciare, ad evitare di compiere azioni scontate per tutti gli altri, come scendere da un marciapiede, entrare in un attività commerciale o appunto, prendere un bus o un treno.

Da questa campagna di sensibilizzazione che si sviluppava prettamente su social network si è deciso di espandere il progetto realizzando quella che oggi è la Onlus, un progetto che vuole far comprendere quanto la disabilità non sia cosa solo di chi ha un problema, ma di tutti perché un paese accessibile è un paese migliore.

Fino ad ora i progetti portati a termine sono tanti, la Onlus è riuscita ad acquistare rampe per due negozi,  un auto accessibile per trasporto scolastico, realizzare una “Stanza della musica” per un progetto di musicoterapia per bimbi autistici, comprare due sedie da spiaggia per lo stabilimento “Un mare tutto possibile”, ma non solo, sono anche stati piantati 100 alberi di Arancio su un territorio “speciale”, rese accessibili le stazioni di Castelfiorentino e Pontedera e stipulato un accordo con Trenitalia che si è impegnata a realizzare lavori per migliorare l accessibilità in 264 stazioni.

Insomma finora è stato fatto davvero molto e se anche voi volete contribuire nel realizzare qualcosa di utile e speciale, potete andare sul sito ufficiale Vorrei prendere il treno della onlus e scoprire le tante iniziative aperte; dare una mano è semplice, ed esistono tante diverse possibilità, è possibile diventare sponsor, donare, o acquistare gadget, non vi resta che scegliere come e cominciare a  sostenere e la onlus ed i suoi progetti.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *