Pallavolo per disabili

Pallavolo per disabili

DISCIPLINA PARALIMPICA

 

La Pallavolo per disabili chiamata anche Sitting Volley è la variante per disabili della pallavolo tradizionale, facente parte del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e regolamentata dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo).

Il Sitting Volleyball è uno degli sport competitivi e ricreazionali di maggior successo, dove gli sportivi non necessitano di particolari equipaggiamenti.

 

Scopo del gioco

  • Un gioco veloce, ricco di azione, dove l’obiettivo o è quello di inviare la palla sopra la rete affinché cada a terra nel campo opposto (per fare punto)  e dove evitare che ciò avvenga sul proprio.
  • La squadra ha a disposizione tre tocchi per rinviare la palla (in aggiunta al tocco di muro).
  • La palla è messa in gioco con un servizio: inviata con un colpo dal battitore sopra la rete verso gli avversari. L’azione continua fino a che la palla tocca il terreno di gioco, è inviata “fuori” o una squadra non la rinvia correttamente.
  • Nella pallavolo, la squadra che vince un’azione di gioco conquista un punto (Rally Point System).
  • Quando la squadra in ricezione vince un’azione, conquista un punto ed il diritto a servire ed i suoi giocatori ruotano di una posizione in senso orario.
  • Il gioco si svolge in un campo rettangolare di 10 x 6 m, circondato da una zona libera larga 3m in ogni parte.
  • La rete è posta verticalmente sopra la linea centrale, ad un’altezza di 1,15 m per gli uomini e di 1,05 per le donne.

 

pallavolo per disabili - sitting volley

 

Benefici e caratteristiche della pallavolo per disabili

  • La pallavolo è comunque l’unico tra i giochi di rete a mantenere la palla costantemente in volo – “flying ball” – ed a permettere ad ogni squadra dei passaggi tra gli atleti prima che la palla sia rinviata agli avversari.
  • L’introduzione di un atleta specialista nella difesa – il Libero – ha aumentato il numero degli scambi di gioco e la lunghezza delle azioni.
  • Le modifiche alla regola del servizio ha  cambiato la esecuzione da un semplice colpo di messa in gioco della palla ad un fondamentale colpo d’attacco.
  • Il concetto di rotazione fa si che tutti gli atleti siano completi.
  • Le regole sulle posizioni degli atleti devono permettere alle squadre di avere flessibilità e di creare interessanti sviluppo delle tattiche.
  • I contendenti utilizzano questa struttura del gioco per elaborare tecniche, tattiche ed energie, che consentono agli atleti una libertà di esprimersi che entusiasma spettatori e telespettatore.
  • E l’immagine della pallavolo è sempre più positiva.
  • Il gioco evolve, non c’è dubbio che sarà migliore, più forte e più veloce.

Ogni squadra si compone di un massimo di 12 atleti, con un massimo di due atleti classificati come “disabili minimali” e vede 6 partecipanti alla volta in campo.

A differenza della pallavolo tradizionale, i giocatori sono seduti, infatti la regola principale del sitting volleyball consiste nel dover tenere sempre le natiche a contatto con il parquet di gioco.

 

 

Equipaggiamento

  • L’equipaggiamento degli atleti si compone di una maglia, di calzoni corti e/o lunghi, di calzini (l’uniforme) e di scarpe sportive.
  • Gli atleti possono giocare senza scarpe.
  • Agli atleti è anche consentito indossare gambali aderenti da ciclista sotto i calzoncini o pantaloni
  • lunghi purché siano dello stesso colore dei calzoncini.
  • Agli atleti è consentito indossare pantaloni lunghi, o calzoncini e gambali aderenti da ciclista, a condizione che tutta la squadra indossi la stessa tipologia/combinazione.
  • Agli atleti non è consentito di sedere su materiale di spessore o indossare speciali calzoncini o pantaloniresi di spessore.
  • Per le Competizioni World ParaVolley mondiali e ufficiali ed i
  • Campionati Zonali, è vietato indossare scarpe con suole marcate-
  • Le magliette degli atleti debbono essere numerate da 1 a 20.
  • Il numero deve essere posto sulla maglietta al centro del petto e del dorso.

Regole

Una squadra conquista un punto:

  • quando la palla cade a terra nel campo opposto;
  • quando la squadra avversa commette un fallo;
  • quando la squadra avversa riceve una penalizzazione.

Una squadra commette un fallo eseguendo una azione di gioco contraria alle Regole:

  • se due o più falli sono commessi successivamente, solo il primo di
  • essi deve essere sanzionato;
  • se due o più falli sono commessi contemporaneamente da avversari, è sanzionato un doppio fallo e l’azione è rigiocata;

Un set (eccetto il decisivo 5° set) è vinto dalla squadra che per prima consegue 25 punti uno scarto di almeno due punti:

  • In caso di 24 punti pari, il gioco continua fino a conseguire lo scarto di due punti (26–24;
  • 27–25; …).
  • La gara è vinta dalla squadra che si aggiudica tre set.
  • Nel caso di 2 set pari, il set decisivo (5°) è giocato a 15 punti con uno scarto di almeno 2 punti.

Nazionale Italiana Femminile Pallavolo per disabili – Sitting Volley

  • Aringhieri, Greco e Vitale (Nola Città Dei Gigli)
  • Bala (Polisportiva Qui Sport)
  • Bari (ASD Mondragone Volley)
  • Battaglia (Volley Cenida Villa S.G.)
  • Bellandi e Cirelli (Dream Volley Pisa ASD)
  • Bosio (Perigine Volley Asd)
  • Desini (Pallavolo Olbia SSDARL)
  • Fornetti (Volley Got Talent)
  • Magnani (Gioco Parma ASD)
  • Di Cesare (SS Nuova Pallavolo Campobasso)

 

Nazionale Italiana Maschile Pallavolo per disabili – Sitting Volley

  • Barossi e Gamba (Missaglia)
  • Blanc (Cesena)
  • Campana e Parmiggiani (Gioco Parma)
  • Cavagnini (Tor Sapienza)
  • Crocetti, Di Mare (Rotonda Volley)
  • Francescutto (Libertas Gonars)
  • Ignoto (Nola Città dei Gigli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *