Boccia per disabili

Boccia per disabili

DISCIPLINA PARALIMPICA

Diventato uno sport paralimpico a New York nell’edizione dei giochi del 1984, la boccia per disabili paralimpica è un attività che richiede grande precisione e controllo.

Per poter partecipare bisogna aver superato i 12 anni di età; il gioco è open, sono quindi ammessi uomini e donne, che possono giocare nello stesso team, in squadra o in singolo.

 

boccia per disabili

E’ possibile scegliere in base alle proprie limitazioni se partecipare in carrozzina o in piedi e lo scopo del gioco è quello di avvicinarsi più possibile con le proprie bocce al pallino.

A differenza di molti altri sport, in questo vediamo partecipare anche atleti colpiti da patologie neurologiche (cerebrolesi, tetraplegici ecc).

 

Regolamento boccia per disabili

Il regolamento tecnico è a cura della FIB (Federazione Italiana Bocce) ed è proprio sul sito ufficiale che potete trovare tutte le informazioni utili, le immagini delle ultime competizioni e le news più aggiornate.

La boccia per disabili si pratica su un terreno piano spesso delimitato da sponde e ad ogni campo viene assegnato un codice con il quale si distinguono le categorie di gioco, per distinguere le gare tra partecipanti a piedi o in carrozzina.

L’obiettivo del gioco è quello di avvicinarsi il più possibile con il maggior numero di bocce a una sfera di dimensioni più piccole, detta pallino o boccino che deve essere sempre visibile ai giocatori.

  • I due principi fondamentali dello sport delle bocce sono l’accosto e la bocciata (raffa o volo).
  • L’accosto è un lancio di avvicinamento e di precisione che ha come obiettivo quello di posizionare la propria boccia il più vicino possibile al pallino e si esegue in una posizione statica.
  • Il gesto della bocciata (raffa o volo), viene effettuato con più forza e da una posizione di movimento, ed ha come finalità quella di colpire una o più bocce avversarie con l’intenzione di allontanarle dal pallino.
  • I giocatori di una squadra che hanno a disposizione sei bocce, lanciano a turno la propria boccia, alternandosi coi giocatori della squadra avversaria.

 

 

Le classificazioni funzionali nella boccia per disabili

  1. BC1 I giocatori di questa classe possono lanciare la boccia con la mano o con il piede.
    Possono competere con l’ausilio di un Assistente, posizionato fuori del box di lancio, il quale, su richiesta del giocatore, stabilizza e orienta la carrozzina e gli passa le bocce da lanciare.
  2. BC2 I giocatori in questa classe lancia la palla con la mano. Non possono ricevere l’aiuto da parte di un Assistente.
  3. BC3 I giocatori in questa classe non sono in grado di afferrare e/o rilasciare la palla, e anche se possono effettuare un movimento del braccio, esso risulta insufficiente per spingere una palla sul terreno di gioco.
    Questa classe di atleti può utilizzare un dispositivo, come una rampa, per rilasciare la palla. Il giocatore può avere a disposizione anche un Assistente per il lancio della palla. L’Assistente deve dare le spalle al campo per tutta la durata del set e deve tenere lo sguardo distante dal gioco.
  4. BC4 I giocatori di questa classe hanno una disfunzione grave del movimento in tutti e quattro gli arti e poco controllo del busto. Possono dimostrare sufficiente abilità nel lanciare la boccia in campo. Non possono ricevere l’aiuto di un Assistente.

Attrezzatura per giocare a boccia per disabili

  • Rampa
  • Guanti
  • stecche
  • altri dispositivi di assistenza (es.puntatori)

Dispositivi di assistenza nella boccia per disabili

I dispositivi di assistenza come i puntatori e le rampe vengono utilizzati dagli atleti della divisione BC3 e devono essere approvati ad ogni evento da chi si occupa del controllo delle attrezzature.

Guanti e/o stecche devono essere approvati dalla Commissione Classificatrice.

Le rampe non devono contenere nessun  meccanismo di propulsione meccanico, ne di accelerazione, rallentamento della palla o orientamento della rampa (laser, livella, freni, mirino ecc)

 

Le carrozzine nella boccia per disabili

Le carrozzine devono essere più standard possibili; è possibile utilizzare carrozzine elettriche.

Non esiste alcun limite all’altezza della carrozzina nella categoria BC3 per tutto il tempo in cui restano seduti. Per tutti gli altri atleti l’altezza della sedia è di 66 cm da terra al punto più basso dove le natiche toccano il cuscino.

 

Tempi di gioco

  • BC1                        5 minuti per atleta e periodo
  • BC2                       4 minuti per atleta e periodo
  • BC3                       6 minuti per atleta e periodo
  • BC4                       4 minuti per atleta e periodo
  • COPPIE BC3       7 minuti per coppia e periodo
  • COPPIE BC4       5 minuti per coppia e periodo
  • SQUADRA           6 minuti per squadra e periodo

 

Risultati Anno Sportivo 2017 Boccia per disabili

SQUADRE

  1. Superhabily Milano
  2. Orange Bowl Padova
  3. Anshaf Trieste
  4. Lupus Lecce
  5. Sportento Torino
  6. Superhabily Magenta
  7. Polha Varese

 

COPPIE BC3

  1. Garavaglia, Visconti
  2. Regina, De Ambrogio, Frau
  3. Recchia, Marchisio
  • Bicicletta 3 ruote con Cestino, Triciclo per Adulti, Yonntech

    0 out of 5

    Triciclo per Adulti, Bicicletta 3 ruote con Cestino, Bicicletta da 6 a 3 velocità da 24 pollici costruita con telaio in acciaio ad alta resistenza, portata fino a 220 kg. La tecnologia di saldatura di alta qualità la rende molto resistente, il design  liscio la rende molto e bella.

    310,99
  • Sedile per vasca da bagno regolabile

    0 out of 5

    Larghezza regolabile sospeso per vasca da bagno tutto il sedile per vasca da bagno – Ottimo ausilio studiato per facilitare l’autonomia di anziani e persone con disabili

    Il montaggio è semplicissimo e permette di regolare la larghezza dei bracci di sostegno in maniera molto semplice. La sedia si può estrarre in qualsiasi momento. L’altezza dello schienale non è regolabile. La qualità dei materiali  è eccellente, Consigliatissimo

    Sedile di plastica sagomato frontalmente per pulizia intima
    Piccoli fori per scolo dell’ acqua.
    Uno schienale per maggiore comfort e sostegno
    Struttura leggera in alluminio con sedile e schienale in plastica soffiata
    Scelta di con o senza schienale

     

    69,00
  • Bellavita Sollevatore per vasca da bagno Blu per la massima comodità

    0 out of 5

    Bellavita Blu Sollevatore per vasca da bagno. Il sollevatore è un pratico Ausilio per facilitare i movimenti di entrata e uscita dalla vasca da bagno, rendendo autonomo l’utilizzatore. Il sollevatore elettronico vasca da bagno è ideale per le persone anziane e tutti i disabili con ridotte funzionalità di movimento.

    • Sollevatore per vasca da bagno dal design ergonomico per un maggiore comfort
    • Schienale reclinabile;
    • Sedile basso per assicurare un buon livello di immersione nella vasca da bagno
    • Facile da installare e mettere in funzione;
    • Dotato di pratico comando manuale;
    • 4 ventose antiscivolo, ad attacco rapido per assicurare il sedile alla vasca;
    • Rivestimento lavabile, igienico, comodo
    259,00
  • Asse sedile per vasca da bagno 

    0 out of 5

    Tavola da bagno che facilita l’ingresso o uscita dalla vasca da bagno e offre tutto il necessario per una igiene quotidiana confortevole e sicura, grazie alle sue gambe di fissaggio ed regolabile in larghezza che si adatta a quasi tutte le vasche da bagno. Fornita di fori che facilitano il drenaggio aiutando a conservare l’equilibrio e facilitare il risciacquo.

    Asse sedile per vasca da bagno Ottimo ausilio studiato per facilitare l’autonomia di anziani e persone con disabili.

    La tavola da vasca da bagno non ha solo come caratteristiche una superficie facile da pulire o un manico stabile, ma anche è attraente. La sua funzionalità aumenta grazie al vano che c’è per porre la cipolla della vasca da bagno.
    Distacca per essere leggera e facile da trasportare e riporre, quando non è in uso si pupo rimuovere.

    38,59
  • Volevo solo pedalare ma sono inciampato in una seconda vita di Alex Zanardi

    0 out of 5

    Un libro incredibile che racconta la storia di un vero esempio di tenacia e determinazione; Alex Zanardi, dopo il grave incidente che lo vede protagonista e che lo porta a perdere entrambe le gambe, non solo si rimette in piedi, ma si reinventa, in una vita ancora più emozionante, adrenalinica e ricca di vittorie, il tutto accompagnato dall’immancabile sorriso.

    11,05

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *