Sesso, amore e disabilità: il nuovo film di Silanus

Pubblicato da: DisabiliNews Redazione Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 9 Novembre 2012

Il regista genovese Adriano Silanus ha girato l’Italia per raccogliere testimonianze sulla vita affettiva e sessuale dei disabili. Ne è risultato un viaggio documentaristico che si snoda attraverso 36 video-interviste, tratte da circa cinquanta ore di riprese, nelle quali intervengono i disabili stessi, primi protagonisti, ma anche genitori, medici e psicologi.
“Sesso, amore e disabilità”, questo il nome scelto per il lungometraggio, è nato da un’idea dell’associazione Biblioteca Vivente Bologna, di Luca Cresta e Claudio Pacini, ed è stato prodotto in collaborazione con la dottoressa Priscilla Berardi, psicoterapeuta del CDH (Centro Documentazione Handicap). La realizzazione è stata resa possibile grazie a una raccolta fondi alla quale hanno contribuito sia enti che comuni cittadini.
 

In un contesto sociale troppo spesso penalizzato da pregiudizi e tabù, l’opera racconta senza imbarazzo i bisogni e le esigenze che i disabili hanno, come qualsiasi altra persona, nell’ambito della sessualità e delle relazioni sentimentali. Rivela inoltre quanto sia radicata nell’opinione pubblica “l’idea che i disabili siano asessuati” e mostra come questo preconcetto costituisca “un comodo alibi” per evitare approfondimenti da parte della nostra società e della nostra cultura su un argomento così delicato, al quale non si è pronti a interessarsi o a dare risposta – dice Priscilla Berardi, curatrice scientifica del progetto.
“L’essere umano tende naturalmente alla ricerca del piacere e al benessere fisico e affettivo, aspetti che assumono ancor più significato e importanza se si vive in condizioni di difficoltà o privazione. I tabù e le paure possono essere abbattuti solo grazie a un’informazione accurata e capillare, con l’esperienza, con la condivisione e la comunicazione. Non dimentichiamoci quanta crescita, per i disabili e i non disabili, può venire dall’amare, dall’essere amati e dal provare piacere.”
Per garantirne la visione a un pubblico il più ampio possibile, il lungometraggio è provvisto di sottotitoli per non udenti disponibili, oltre che in italiano, in altre quattro lingue. Allo scopo di diffonderne il contenuto oltre confine e in ambienti diversi da quello della disabilità, il regista ha spiegato che il film verrà distribuito attraverso “un doppio canale sociale e culturale insieme: da una parte un dvd gratuito per le associazioni, le università, le scuole e i cinema d’essai che ne faranno richiesta, e dall’altra la partecipazione a rassegne, festival e concorsi cinematografici.” Silanus ha tenuto inoltre a precisare che il progetto “non ha scopo di lucro e ha scelto di concentrarsi solo sulle disabilità fisiche e sensoriali, sia congenite sia acquisite, ritenendo che le disabilità intellettive meritino un discorso a parte.”
Il trailer del film documentario ed altri dettagli inerenti il progetto sono disponibili sul sito http://www.sessoamoredisabilita.it

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *