Scuole USA, lo sport diventa un diritto dei disabili

Pubblicato da: Paola Cabiaglia Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 26 Gennaio 2013

Nelle scuole d’America si torna a parlare di diritti civili in favore dei disabili e in questo caso si tratta di diritto allo sport. Il presidente Obama infatti, per mezzo del Ministro dell’Educazione, Arne Duncan, ha fatto emanare un ordine esecutivo per estendere anche ai disabili la partecipazione di diritto ad attività sportive. Così dice la direttiva: «Lo sport può garantire lezioni di disciplina, altruismo, passione e coraggio di inestimabile valore e gli alunni disabili devono avere pari opportunità di accesso a palestre, campi di addestramento e competizioni».

Sulla base di questa ordinanza, le scuole dovranno adeguare i propri programmi sportivi impegnandosi a organizzare lezioni dedicate, creando maggiori occasioni di praticare sport anche per gli studenti diversamente abili, pena l’interruzione delle sovvenzioni ricevute dal governo. Questo precetto fondamentale è regolato dalle leggi federali, in particolare, nell’Education Act del 1973 riguardante le persone con disabilità si impone agli Stati di fornire una educazione pubblica gratuita a tutti gli studenti delle scuole e si “proibisce alle scuole che ricevono fondi federali di discriminare gli studenti con disabilità“.
Implicito è anche l’ammodernamento che dovrebbe coinvolgere le attrezzature sportive utilizzate nonché i metodi di svolgimento delle attività, sempre per permettere ai disabili di partecipare agevolmente alle gare. Supponendo, ad esempio, che vi siano ragazzi sordi, una misura da adottare potrebbe essere quella di sostituire il suono dello starter con l’accensione di una luce.

Kareem Dale, non vedente incaricato alle politiche per i disabili e consigliere di Obama, ha spiegato: “La nostra intenzione è di offrire ai disabili le opportunità di sport garantite a tutti gli altri cittadini“. E’ probabile che tra gli effetti benefici generati dal nuovo emendamento ci sarà anche quello di crescita occupazionale, poiché si renderà necessario integrare personale sportivo qualificato.

Il provvedimento di Obama sul diritto allo sport dei disabili nelle scuole dimostra quanta considerazione venga rivolta ai cittadini statunitensi dalle attuali politiche sociali, sempre più al centro dell’agenda del presidente.

Paola Cabiaglia

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *