Rampe disabili per Negozi e locali pubblici

Pubblicato da: DisabiliNews Redazione Categoria: Recensioni Ausili Data di pubblicazione: 22 Febbraio 2020

Le nuove disposizioni legislative per l’accessibilità ai negozi: L’articolo 77

Rampe Disabili per Negozi e locali pubblici: in data 26 Novembre 2014 è entrato in vigore il nuovo testo che impone, entro il 25 Novembre 2015, di intervenire secondo le prescrizioni.

Citiamo gli stralci più importanti che indicano chiaramente come le attività commerciali dovranno adeguarsi in materia di accessibilità e barriere architettoniche che ostacolino l’accesso al negozio o al locale pubblico.

Art.77-3. (…) è possibile intervenire con una soluzione che insista sullo spazio antistante all’ingresso su suolo pubblico con soluzioni di adeguata efficacia (rampe esterne, piattaforme meccaniche, rampe removibili). A tal fine il progetto – a firma di un tecnico abilitato – dovrà essere presentato all’Ufficio Occupazione Suolo Pubblico e dovrà individuare la soluzione più adatta, mantenibile a titolo gratuito, nel rispetto degli spazi di passaggio sul marciapiede, della sicurezza, delle attrezzature/impianti pubblici e della percezione da parte delle persone con disabilità sensoriale; in questo caso per l’occupazione di suolo pubblico, non sarà previsto alcun onere. Qualora non sia possibile, per la ridotta larghezza del marciapiede, adottare una soluzione che insista sullo spazio antistante l’ingresso su suolo pubblico, è possibile adottare una soluzione provvisoria (scivoli mobili o altre soluzioni).

Art.77-4. Tutte le attività di tipo commerciale, ricettivo, culturale, sportivo e per lo spettacolo, aperte al pubblico che non presentino un ingresso accessibile, sono tenute a dotarsi di una soluzione provvisoria, per garantire l’accesso alle persone con disabilità, con scivoli mobili e campanello di chiamata.

Rampe per disabili, Quando sono necessarie

Le rampe per disabili sono obbligatorie – come previsto dalla legge 13/89, decreto 236/89, che definisce gli interventi tecnici da attuare per superare le barriere architettoniche – per i dislivelli superiori a 3,20 metri. Sotto tale livello un gradino si considera superabile semplicemente spingendo di più la carrozzina.

E’ però consigliato intervenire anche quando siamo in presenza di un solo gradino di basse dimensioni con rampe che facilitano il superamento.

 

 

Rampe disabili per superare piccoli e grandi dislivelli

Per ogni problema di accessibilità con piccoli o grandi dislivelli sono disponibili diverse tipi di soluzioni: ogni caso è a sé, in ogni situazione si deve poter scegliere il prodotto che meglio si integra alle esigenze delle singole persone, che siano persone anziane, disabili, mamme con passeggini o persone con ridotta capacità motoria.

 

RO-FLEX, rampe disabili modulari facile installazione

ro-flex rampe disabiliL’azienda Tedesca RO-FLEX, ha realizzato un sistema di rampe disabili modulari per l’istallazione all’interno e all’esterno, sono un aiuto adatto per superare facilmente gli ostacoli senza molti lavori di installazione.

Sono semplicemente posti su ostacoli esistenti con poco sforzo. Sono antiscivolo e resistenti alle intemperie, il che significa che le rampe per carrozzine RO-FLEX possono essere utilizzate sia all’interno che all’esterno.

Il passaggio da una stanza all’altra, dalla casa al giardino, sul balcone o sulla strada, è nuovamente possibile senza problemi. Con le rampe per disabili RO-FLEX puoi superare diverse altezze in pochissimo tempo. Disponibile in rosso-marrone, grigio, nero e con altezze di 25 mm, 45 mm, 65 mm, 75 mm e 95 mm. Le rampe per sedie a rotelle sono disponibili singolarmente o in diversi set completi in diverse larghezze con angoli delle rampe di marciapiede, connettori e adesivo in gomma.

Il sistema di drenaggio integrato (da 45 mm di altezza della rampa) assicura che l’acqua piovana fuoriesca quando viene utilizzata all’aperto. La rampa può facoltativamente essere incollata alla superficie.

 

Le caratteristiche per le rampe per disabili

  • il dislivello massimo neutralizzabile tramite una rampa deve essere contenuto in 3,20 m;
  • la larghezza minima deve essere di 0.90 m se prevista per una carrozzina, 1,50 m qualora la stessa preveda l’incrocio di due carrozzine in senso di marcia inverso;
  • un pianerottolo orizzontale ogni 10 m di percorso oppure in presenza di porte per accesso agli interni. Ogni pianerottolo deve misurare 1,5 x 1,5 m oppure 1,4 m x 1,7 m, tenendo conto dell’ingombro di eventuali porte;
  • qualora la rampa fosse protetta da ringhiera o da parapetto non pieno, la rampa deve essere dotata di un cordolo di almeno 10 cm posto lateralmente in basso;
  • la pendenza massima della rampa per disabili consigliata è dal 4% al 6% non deve superare l’8% perché spesso possono essere percorse solamente con un accompagnatore.

 

Quanto costa installare una rampa per disabili fissa?

rampa disabili metalloIl costo delle rampe per disabili dipende da molti fattori. Principalmente dalla lunghezza, dalla forma e dal tipo di materiale. Va anche considerato il costo del trasporto, visti i pochi produttori sparsi sul territorio, e inoltre dai lavori della posa in opera, sono variabili che contribuiscono in maniera sostanziosa alla formazione del prezzo finale. Tra i più affidabili brands abbiamo Vmsystem, Selvoline, Ilma e Ireda.

Inoltre, bisogna calcolare anche la spesa occorre per un professionista (geometra, ingegnere, architetto) per il disbrigo della pratica in comunale. Per una cila / scia, il prezzo varia tra i 500 e i 1.000 Euro.

Detto ciò la spesa complessiva per una rampa esempio da 2 metri sarà non inferiore ai 1.800 Euro.

 

Puoi trovare interessante leggere anche Approfondimenti come:

Tutti i requisiti di pendenza e lunghezza della rampa per disabili.


Entra nel Gruppo Facebook Disabilinews.com

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *