PROGETTO BIRBA, Vigili per un Giorno

Pubblicato da: DisabiliNews Redazione Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 1 Giugno 2013

Bambini In Ricerca Barriere e Accessibilità Il 3 Giugno 2013 avrà luogo a Grosseto la giornata finale di una “task force” educativa rivolta alle persone diversamente abili.

Il progetto BIRBA infatti è stato pensato e studiato per la formazione e l’informazione dei bambini dellescuole primarie ma rivolto alla loro crescita sulla consapevolezza della difficoltà delle persone diversamente abili a muoversi in ottima accessibilità nelle strade del territorio comunale ma anche alle persone in temporanea difficoltà di movimento.

L’idea nasce da una esperienza fatta dal comune di Piombino anni fa.

Il Forum del Volontariato del Terzo settore – tavolo disabilità  – coinvolge così le scuole primarie, le istituzioni (Provincia e Comune), i Vigili Urbani e mette a punto il progetto che si può riassumere in cinque fasi:

– 1° fase: divulgazione del progetto tramite Ufficio Scolastico Provinciale, Provincia di Grosseto e Comune di Grosseto con il coinvolgimento degli assessorati interessati;

– 2° fase: incontro nelle classi fra associazione ed alunni;

– 3° fase: creazione slogan per le “multe virtuali”;

– 4° fase: Commissione per  individuazione e scelta dei disegni e degli slogan più adeguati e stampa;

– 5° fase: giornata finale Progetto B.I.R.B.A. con applicazione di un logo nello stallo riservato alle persone disabili.

Per diversi mesi una mini equipe composta da: una persona disabile motoria, una persona non vedente (i loro accompagnatori) e due vigili urbani sono andati nelle classi 4° e 5° primarie del territorio provinciale formando i bambini sulle diverse disabilità, le difficoltà a muoversi con le cattive abitudini dei mezzi di trasporto e coadiuvati dalla spiegazione del codice della strada attraverso i video simpaticissimi che avevano preparato i vigili urbani.

Alla fine della formazione scolastica gli insegnanti hanno elaborato per ogni bambino (tot 672 bambini) uno slogan e un disegno per trasformalo in “formato multa” e apporlo nella giornata finale nelle auto parcheggiate negli scivoli.

La commissione ha dovuto davvero lavorare di fino per scegliere due elaborati (uno per non vedenti e uno per motori) da premiare… Ma la soddisfazione più grande  per i bambini sarà il 3 giugno: i vigili hanno stampato in formato grandezza e blocchetto, multa vera, i disegni e stampato magliette e fatto arrivare gadget, gilet e cappellini da far mettere ai bambini, insieme andranno in giro per la città e verificare e “multare” le auto che saranno trovate negli scivoli o negli stalli per disabili senza cartellino.

La giornata finale è arrivata, penso che sia una vera “opera prima” per la collaborazione tra varie figure:

Collaborazioni con l’Assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità

della Provincia di Grosseto, il Prefetto e con il Sindaco e Assessorati al Sociale, Cultura,

Pari Opportunità, Istruzione, Polizia municipale e Viabilità del Comune di Grosseto, e l’

Ufficio Scolastico Provinciale e Scuole Primarie, Polizia municipale e Mobility Manager e associazioni provinciali sulla disabilità.

Per noi associazioni e disabili una grandissima soddisfazione, ma anche gli insegnanti erano entusiasti! Addirittura ci hanno detto che la forza del progetto l’hanno data i bambini stessi: “I genitori erano disperati  – racconta una insegnante – i loro figli li costringono adesso a fare giri lunghissimi per la città a cercare un parcheggio che non dia fastidio alle persone disabili e a casa non smettono più di darci “lezioni” private di educazione stradale!” …Trovo che sia una cosa fantastica e sicuramente da ripetere ed estendere, con la buona volontà di tutti, la professionalità e la stima siamo riusciti ad avere pressappoco un “costo zero” ed ha costruire una rete di persone che hanno insegnato l’una all’altra  la ricchezza della loro esistenza!

Lorella Ronconi

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *