PETIZIONE: Trasporto costiera Amalfitana

Pubblicato da: DisabiliNews Redazione Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 9 Agosto 2016

Il nostro territorio è uno dei luoghi più amati e visitati al mondo perché è un vero e proprio paradiso ma è anche vero che impone delle difficoltà ad una categoria di persone, ovvero a coloro che hanno più difficoltà a livello motorio.

Ora mi presento, sono Andrea, sono un ragazzo di 18 anni e sono diversamente abile, al 100%. Abito a Maiori, e la problematica principale di cui vorrei parlare sono i trasporti pubblici. Innanzitutto esiste una legge specifica che ci permette di usufruire, anche a noi persone con problematiche soprattutto motorie, dei trasporti pubblici.

FIRMA LA PETIZIONE Bus adibiti al trasporto disabili #costieramalfitana

L’art. 26 delle Legge 104/92 è intitolato “mobilità e trasporti collettivi”. Esso attribuisce alle Regioni le modalità con le quali i comuni dispongono gli interventi per consentire alle persone diversamente abili la possibilità di muoversi liberamente sul territorio, usufruendo, alle stesse condizioni degli altri cittadini, dei servizi di trasporto collettivo appositamente adattati o di servizi alternativi. In questo senso le Regioni sono tenute a redigere dei piani regionali di trasporto e dei piani di adeguamento delle infrastrutture urbane.

Si, sa In Italia non vengono quasi mai rispettate le leggi, ma è possibile che noi persone già che abbiamo difficoltà, dobbiamo essere bloccati anche una seconda volta? Io non chiedo molto ma vorrei che i trasporti pubblici, in questo caso il trasporto della SITA si adatti alle nostre esigenze. Si perché noi abbiamo gli stessi diritti di tutti voi. Io non pretendo molto, non dico che in estate voglia prendere un bus perché le corse sono le essenziali e i posti sono pochi, ma in inverno mi permettete di andare a fare un giro ad Amalfi? O anche a Salerno? Perché per andare da quelle parti mi occorre prendere sempre il taxi? Però io non parlo solo per me. Io voglio essere da portavoce per tutti coloro che devono affrontare queste problematiche tutti i giorni, parlo anche per i turisti che qui vengono per visitare il ‘Paradiso’ e trovano tutt’altro sempre dal punto di vista dei trasporti. E allora… Io vi chiedo di cambiare le cose perché un cittadino deve poter andare dove vanno tutti gli altri..perché siamo tutti uguali.

Sono anni che aspetto questo cambiamento ma sono molto dubbioso che ciò avvenga. Però non mi arrendo, se sarà necessario, aprirò anche una petizione per far sì che anche noi possiamo.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *