Patente di guida per disabili, la patente “speciale”

Pubblicato da: Paola Cabiaglia Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 5 Novembre 2018

Patente di guida per disabili – Le persone disabili che vogliono guidare un autoveicolo devono ottenere il rilascio di una patente A, B, C o D “speciale”. La patente viene data dopo che il disabile si sottopone ad una visita che accerti la sua idoneità a guidare.

ASL – Commissione medica locale per disabili

Tale visita è effettuata dalla Commissione medica locale, costituita presso le Asl delle principali città italiane. Per prenotare la visita di idoneità bisogna presentare un certificato medico accompagnato da un documento di riconoscimento che attesti le effettive condizioni del richiedente.

Potrà essere utile esibire, durante la visita, tutta la documentazione clinica che si ha a disposizione. Vi è anche la possibilità, da parte del disabile, di ricevere l’assistenza di un medico di fiducia.

Se i componenti della Commissione lo ritengono opportuno, possono decidere di dare luogo ad una prova pratica su un veicolo prima di stabilire il rilascio della patente al disabile.

Il certificato di idoneità ha una validità di novanta giorni. Nel caso in cui l’esito della visita non sia positivo (perché il richiedente risulta “non idoneo”) il disabile può rifiutarsi di firmare il verbale della visita, oppure- questa è l’ipotesi ricorrente- chiedere di essere nuovamente ad un’altra visita di accertamento inoltrando apposito ricorso.

Patente di guida per disabili

Dopo la visita bisogna farsi consegnare dalla Commissione medica il documento di diniego, che viene impugnato tramite ricorso e allegato alla domanda di nuovo accertamento. Nel certificato di idoneità vengono indicati dalla CML i mezzi di guida che il disabile è in grado di utilizzare per la Patente di guida per disabili.

Rilascio del foglio rosa

Dopo il rilascio del foglio rosa, il disabile dovrà sostenere gli esami teorici e pratici per conseguire la patente di guida, osservando le modiche previste e gli adattamenti prescritti dalla Commissione medica locale.

Esercitarsi alla guida prima degli esami

Per esercitarsi alla guida prima degli esami non è obbligatorio l’uso con doppi comandi, ma è importante che il veicolo sia dotato di dei sistemi stabiliti all’occorrenza dalla Commissione medica. I mezzi “adattati” vengono collaudati dalla Motorizzazione civile. Le patenti “speciali” durano cinque anni o anche meno, e questo dipende dalla patologia e dalle singole situazioni.

Per rimanere aggiornati sulle news dal mondo e sulle patenti di guida per disabili vi invitiamo a iscrivervi alla nostra Newsletter e visitare Disabilinews.com.

 

  • Citroen Berlingo Flexi Ramp

    0 out of 5

    Flexi Ramp Olmedo/Sora per Citroen Berlingo si presenta come l’allestimento più versatile per il trasporto di un disabile su carrozzella dedicato a veicoli del segmento “P” fino a 5 posti.

    Il kit API per Berlingo è caratterizzato dal famosissimo ed apprezzatissimo sistema di movimentazione “Flexi Ramp” della rampa di accesso posteriore che consente il mantenimento del vano bagagli come in origine in assenza della carrozzella a bordo, “coprendo” elegantemente la vasca di stivaggio della carrozzella e garantendo il carico di bagagli come in origine su di una superficie rivestita in moquette del tutto simile agli interni originali del veicolo base.

    Questo grazie al sistema di riposizionamento assistito (brevetto europeo) della rampa all’interno del vano bagagli che offre, quando richiusa, una soluzione con piano di continuità tra i sedili posteriori e il portellone.

  • Fiat Doblò 2020 Tetto Alto per trasporto disabili

    0 out of 5

    L’allestimento Clear View dedicato a NUOVO FIAT DOBLO’, si presenta in una veste profondamente rinnovata rispetto al lancio sul mercato, avvenuto nell’Aprile 2010.

    Sia i contenuti stilistici che alcuni componenti di base della trasformazione presuppongono nuovi standard volti alla maggior sicurezza, praticità e, naturalmente, estetica.

    Clear View by Olmedo comprende un sistema di risalita completamente automatico di tipo DOPPIO BRACCIO installato posteriormente con funzionamento elettro-idraulico della linea BRAUN con sistema di sdoppiamento della piattaforma di carico quando riposta all’interno del veicolo;

    • questo offre, oltre ad una totale invisibilità dall’esterno del veicolo,
    • massima visibilità dall’interno per manovre di retromarcia
    • facilità di stivaggio bagagli in assenza del disabile a bordo.
  • Peugeot Rifter passo corto per trasporto disabili NOVITA’

    0 out of 5

    L’allestimento RUNNER 4+1 con pianale ribassato per trasporto disabili è dedicato al nuovo PEUGEOT RIFTER. Si presenta come la soluzione ideale per la famiglia che vuole godere della spaziosità interna di un veicolo elegante, ben rifinito e confortevole.

    Lo stile, l’eleganza, la versatilità e le dotazioni presenti, confermano il posizionamento da leader tra i veicoli per trasporto disabili con pianale ribassato. Grazie alle riviste volumetrie ed il design che offre spazi accessibili e molto confortevoli per ogni tipo di carrozzella e quindi di passeggero affetto da disabilità.

  • Fiat Doblò Pianale Ribassato 4+1 per trasporto disabili

    0 out of 5

    Fiat Doblò Runner LEVEL 3 nella versione Luxury si presenta come il “best in class” tra gli allestimenti oggi disponibili per trasporto disabili.

    Lo stile, l’eleganza, la versatilità e le dotazioni presenti, confermano il posizionamento da leader tra i veicoli per trasporto disabili con pianale ribassato.

    Caratterizzato dai nuovissimi interni in STT in materiale poliuretanico lavabile con superficie morbida al tatto ad effetto “soft touch” (novità assoluta a livello mondiale) e superfici “steel look” in acciaio satinato derivate dallo style racing delle auto sportive.

    LUXURY presenta un look molto ricercato con elementi innovativi come i “mancorrenti sospesi” o le sacche laterali con sistema al led integrato.

  • Braccio robotizzato caricamento Carrozzine

    0 out of 5

    Esclusivo veicolo con braccio robotizzato posteriore per il caricamento della carrozzina per disabili… Ideale per rendersi autonomi nella salita e discesa dalla propria auto!

    Le innumerevoli richieste espresse dalla nostra clientela, hanno fatto si che il prodotto oggi proposto, fosse il frutto di ben 3 anni di studi e prototipazione.

    La differenza rispetto ai prodotti presenti oggi sul mercato, consiste nella particolare movimentazione rotante di approntamento della carrozzella a lato della guida; tale spostamento permette al conducente di agire sulla propria carrozzella con comodità e facilità ma, soprattutto, garantisce un sicuro e facile trasferimento dal sedile di guida alla carrozzella e viceversa senza difficili operazioni di approntamento della carrozzella dal posteriore.

     

 

Puoi trovare interessante leggere anche Approfondimenti come: Auto e Mobilità, Patenti speciali “S” per disabili.

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *