Patente di guida per disabili, la patente “speciale”

Pubblicato da: Paola Cabiaglia Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 5 Novembre 2018

Patente di guida per disabili – Le persone disabili che vogliono guidare un autoveicolo devono ottenere il rilascio di una patente A, B, C o D “speciale”. La patente viene data dopo che il disabile si sottopone ad una visita che accerti la sua idoneità a guidare.

ASL – Commissione medica locale per disabili

Tale visita è effettuata dalla Commissione medica locale, costituita presso le Asl delle principali città italiane. Per prenotare la visita di idoneità bisogna presentare un certificato medico accompagnato da un documento di riconoscimento che attesti le effettive condizioni del richiedente.

Potrà essere utile esibire, durante la visita, tutta la documentazione clinica che si ha a disposizione. Vi è anche la possibilità, da parte del disabile, di ricevere l’assistenza di un medico di fiducia.

Se i componenti della Commissione lo ritengono opportuno, possono decidere di dare luogo ad una prova pratica su un veicolo prima di stabilire il rilascio della patente al disabile.

Il certificato di idoneità ha una validità di novanta giorni. Nel caso in cui l’esito della visita non sia positivo (perché il richiedente risulta “non idoneo”) il disabile può rifiutarsi di firmare il verbale della visita, oppure- questa è l’ipotesi ricorrente- chiedere di essere nuovamente ad un’altra visita di accertamento inoltrando apposito ricorso.

Patente di guida per disabili

Dopo la visita bisogna farsi consegnare dalla Commissione medica il documento di diniego, che viene impugnato tramite ricorso e allegato alla domanda di nuovo accertamento. Nel certificato di idoneità vengono indicati dalla CML i mezzi di guida che il disabile è in grado di utilizzare per la Patente di guida per disabili.

Rilascio del foglio rosa

Dopo il rilascio del foglio rosa, il disabile dovrà sostenere gli esami teorici e pratici per conseguire la patente di guida, osservando le modiche previste e gli adattamenti prescritti dalla Commissione medica locale.

Esercitarsi alla guida prima degli esami

Per esercitarsi alla guida prima degli esami non è obbligatorio l’uso con doppi comandi, ma è importante che il veicolo sia dotato di dei sistemi stabiliti all’occorrenza dalla Commissione medica. I mezzi “adattati” vengono collaudati dalla Motorizzazione civile. Le patenti “speciali” durano cinque anni o anche meno, e questo dipende dalla patologia e dalle singole situazioni.

Per rimanere aggiornati sulle news dal mondo e sulle patenti di guida per disabili vi invitiamo a iscrivervi alla nostra Newsletter e visitare Disabilinews.com.

 

  • Renault Kangoo Serenity Automatico

    0 out of 5

    Serenity si presenta come l’allestimento TOP DI GAMMA tra le trasformazioni di Kangoo con pianale ribassato dedicate al trasporto di disabili non deambulanti su sedia a rotelle.

    Dotato di movimentazioni per approntamento al carico completamente automatiche (unica al mondo), SERENITY e’ disponibile sia nella versione con 3 posti a sedere compreso il conducente + il disabile (4 posti complessivi) o a 4 posti a sedere compreso il conducente + il disabile (5 complessivi). Dotato di sospensioni pneumatiche, Serenity garantisce facilita e massima sicurezza nelle operazioni di carico della carrozzella e massimo confort in marcia per i passeggeri a bordo, grazie alla minima pendenza della rampa di risalita che, sfruttando un livello di carico minimo in condizione di carico o scarico (sospensioni sgonfie), si reduce ad una piccolo appendice di soli 840 mm.

     

  • Fiat Doblo Runner Level 3

    0 out of 5

    La trasformazione di Fiat Doblò con tetto normale (no tetto alto) e pianale ribassato sviluppata da Olmedo per il trasporto di disabili su carrozzella, si presenta come uno degli allestimenti più innovativi presentati sul mercato negli ultimi 20 anni.

     

    Questo grazie al nuovo concept di trasformazione caratterizzato dall'adozione di nuovi materiali per gli interni in “poliuretano strutturale spruzzato” che, oltre ad offrire impatto visivo ed estetica da intenditori, vanta livelli di sicurezza, resistenza all'usura, pulibilità e confort di marcia mai raggiunti prima su di un veicolo trasformato.

     

    Grazie al processo di spruzzatura (no termoformatura tipico dei materiali plastici in abs), è stato possibile imprimere alla superficie degli interni un effetto morbido al tatto “soft touch”; anche i rilievi antiscivolo integrati al pavimento (NOVITÀ’ ASSOLUTA – nessuna applicazione di gomma o linoleum nell'area di stivaggio della carrozzella), GARANTISCONO UN GRIP MOLTO SUPERIORE DELLA CARROZZELLA RISPETTO a superfici applicate.

     

  • Ford Tourneo Connect Flexi Ramp

    0 out of 5
    FORD TOURNEO FLEXI RAMP garantisce standard estetici e qualitativi di massimo livello grazie al sistema FLEXI RAMP che consente, con sistema di richiusura interna, di disporre del vano bagagli e dell’abitacolo come in origine.
    L’allestimento FLEXI RAMP by Olmedo mantiene la selleria originale del mezzo garantendo in questo modo massimo comfort a tutti i passeggeri. La selleria originale della seconda fila si presenta nella configurazione con panchetta biposto + un sedile singolo ribaltabile separatamente.
    Con questa configurazione, saranno ottenibili le due diverse soluzioni di trasporto approntando la selleria per 5 passeggeri totali o per 3 passeggeri + 1 carrozzina per trasporto disabili.
  • Peugeot Rifter passo corto per trasporto disabili NOVITA’

    0 out of 5

    L’allestimento RUNNER 4+1 con pianale ribassato per trasporto disabili è dedicato al nuovo PEUGEOT RIFTER. Si presenta come la soluzione ideale per la famiglia che vuole godere della spaziosità interna di un veicolo elegante, ben rifinito e confortevole.

    Lo stile, l’eleganza, la versatilità e le dotazioni presenti, confermano il posizionamento da leader tra i veicoli per trasporto disabili con pianale ribassato. Grazie alle riviste volumetrie ed il design che offre spazi accessibili e molto confortevoli per ogni tipo di carrozzella e quindi di passeggero affetto da disabilità.

  • Dacia Dokker Tech

    4.00 out of 5

    Dacia Dokker si colloca nella gamma allestimenti con pianale ribassato con un taglio estetico del tutto “automotive” più che da veicolo commerciale. Questo grazie al look del tutto automobilistico con frontale basso, linee filanti, vetrature panoramiche e l’utilizzo, per quanto riguarda gli interni, delle sellerie originali presenti nel veicolo (no sostituzioni o applicazioni di monoposto extra-serie). Questo conferisce all’allestimento un impatto visivo non invasivo e permette una versatilità d’utilizzo unica per quanto concerne le configurazioni di marcia con e senza disabile a bordo.

 

Puoi trovare interessante leggere anche Approfondimenti come: Auto e Mobilità, Patenti speciali “S” per disabili.

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *