La drammatica situazione delle liste d’attesa per disabili ed autistici in Campania

Pubblicato da: Serena Castaldi Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 25 Maggio 2017

Come spesso accade nel nostro paese si interviene poco e male in fatto di tutela, soprattutto nei soggetti più deboli ed indifesi, e quello che sta succedendo in Campania ne è la prova.

La denuncia arriva dalla Federconsumatori Campania, che da tempo si occupa della tutela delle persone con disabilità; si tratta di un problema segnalato e portato alla luce dallo sportello del centro Neapolisanit di Ottaviano che, raccogliendo le segnalazioni provenienti dal territorio campano, ha evidenziato un grave problema di blocco delle prestazioni sanitarie per i soggetti disabili, in particolare autistici e con patologie neuro-motorie, nella maggioranza dei casi di minori in situazione di gravità.

Si parla di liste d’attesa infinite per l’accesso alle terapie riabilitative, un blocco delle prestazioni che ormai continua da 5 mesi, lasciando questi soggetti e le loro famiglie in balia delle attese e dunque costretti a rivolgersi a strutture private per prestazioni costose,  vedendosi  così negare il diritto alla salute e l’assistenza.

Con la delibera dell‘Asl di Napoli 3 n.297 del 3 Maggio 2017, si scorge il tentativo di migliorare l’appropriatezza dei trattamenti riabilitativi, affidando alla commissione di un nucleo ispettivo il compito di selezionare il grado di gravità, tagliando ore e prestazioni, riducendo così i trattamenti alle persone disabili; con questa manovra verranno così ridotti i costi, ma aumenterà il prezzo per chi dovrebbe avere costituzionalmente la garanzia dei trattamenti necessari.

Soggetti deboli definiti cronici a cui la regione Campania decide di sospendere le terapie in quanto difficilmente soggetti a miglioramenti.

E’ così che le associazioni, i genitori e le famiglie delle persone disabili vorrebbero che si interrompesse questo sistema di percentualizzazione della disabilità, reputando inappropriato il voler tagliare le spese proprio sulle prestazioni a questi ragazzi che necessitano di un tavolo permanente, dove discutere sulla tutela delle persone con disabilità.

Anche Federconsumatori Campania ritiene sia indispensabile continuare con una politica di contenimento delle spese sanitarie, ma senza che questo vada a gravare sulla situazione già difficile dei soggetti più deboli, rivolgendo l’invito a tutti i protagonisti di partecipare alle iniziative organizzate di cui si può prendere conoscenza recandosi presso il Centro Neapolisanit di Ottaviano attivo il venerdì dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *