La bicicletta, lo strumento perfetto per recuperare senso di libertà, gioia e avventura

Pubblicato da: Serena Castaldi Categoria: Recensioni Ausili Data di pubblicazione: 5 Aprile 2017

Fuori comincia la bella stagione e con lei arriva la voglia di stare all’aria aperta e vivere a pieno la primavera.       E quale mezzo di trasporto usare, se non la bicicletta, per godere davvero delle giornate?

Chi ha limitazioni motorie spesso si vede negare la possibilità di sperimentare e prendersi i propri spazi, venendo considerato un soggetto passivo. Un disabile, più di chiunque altro, ha la necessità di abbandonare quel senso di isolamento e staticità per lanciarsi in momenti di pura gioia.

Sentirsi liberi, provare la sensazione di vivere un avventura, sono sensazioni che tutti dovrebbero provare e per chi ha problemi motori è importante coltivare queste sensazioni.

Il senso di pienezza ed euforia al termine di una giornata piacevole e sorridente, lascia una carica che permane per giorni e la bicicletta è davvero uno strumento di benessere psicologico.

Inoltre la bicicletta è un utilissimo mezzo di trasporto, utile per sbrigare le piccole commissioni di tutti i giorni con più facilità, magari con la pedalata assistita.

Sul mercato esistono molte opzioni che abbiamo racchiuso nella nostra sezione dedicata, soluzioni davvero per tutte le tasche e per tutte le esigenze. Biciclette, hand-bike, tricicli e tandem, di diversa forma e peso, dimensioni e tenuta, per una perfetta stabilità, così che, anche chi ha problemi di equilibrio possa fare lunghe passeggiate e godere del sole e del paesaggio, in un appagante sensazione di agilità.

Un modello perfetto ed adatto a chi vuole sentirsi ben saldo al terreno è il modello Bene, un triciclo anteriore che offre una grande stabilità.

Chi è attento ai dettagli e vuole unire alla stabilità anche un design innovativo, può affidarsi a Kiffy, il triciclo leggero, ergonomico e colorato.

 

Ma andare in bicicletta non è solo prendersi del tempo per sé, ma anche trascorrere momenti in buona compagnia e per questo è nata Duetto, la bicicletta con carrozzina anteriore, che permette a chi non può pedalare, di godere dell’ emozione del vento tra i capelli.

Lasciarsi guidare e godersi il viaggio, un vero strumento di felicità, che permette di ottenere molti giovamenti e non solo fisici.

 

La bicicletta rende felici, è provato infatti che dopo poche pedalate il nostro cervello rilascia endorfine capaci di trasmettere un senso di benessere ed euforia, per abbandonare lo stress e le tensioni.                                                       La bici rende felici e questo è il miglior motivo per desiderarla.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *