La battaglia contro il nulla, vi presento il libro di Andrea Bes

Pubblicato da: Alessio Giardini Categoria: #AleBlog, Libri sulla disabilità Data di pubblicazione: 29 Novembre 2017

Ho il piacere di presentarvi La battaglia contro il nulla, un libro scritto dal nostro caro amico Andrea Bes. Sono diversi anni che ho avuto il piacere di conoscere Andrea ed iniziare a collaborare. Andrea all’interno di DisabiliNews cura la sua rubrica Caffè Disabili uno spazio virtuale dove vengono affrontati temi inerenti la disabilità a 360°.

La battaglia contro il nulla, è una raccolta di sensazioni, di immagini in parole che Andrea Bes ha scritto nel corso di mesi. La vita di tutti i giorni, i ricordi d’infanzia, le difficoltà che la burocrazia impone sono alcuni dei temi che man mano affronta in questo zibaldone di pensieri.

Con una scrittura brillante e ironica ci apre gradualmente le porte di un mondo che non si può conoscere, ma soltanto intravedere grazie alla sua guida. Talvolta sono percezioni improvvise, parole che scaturiscono inaspettate da un disagio o da una grande gioia. Altre volte sono frutto di lunghe riflessioni, di analisi accurate di ciò che il confronto con il mondo non può che provocare, in una mente sensibile e recettiva come la sua.

In altri casi ancora, questi brevi scritti sono una sofferta ricostruzione di ciò che non sempre è facile delineare, finché non viene tradotto in parole, non viene messo nero su bianco.

La battaglia contro il nulla di Andrea Bes

La battaglia contro il nulla, racconta la vita di tutti i giorni

Il titolo la battaglia contro il nulla, che è anche il titolo di uno dei brani presenti nel libro, nasce da una semplice considerazione; la vita quotidiana di un disabile, in tutti  suoi aspetti, può considerarsi come una vera e propria battaglia, la quale però dal punto di vista dei normodotati coincide con il nulla. Essi non riescono a concepire  le difficoltà che possono nascondersi in semplici gesti quotidiani come vestirsi, aprire una scatola di latta o superare un piccolo gradino. È questo nulla il loro più grande nemico, un nemico subdolo e invisibile.

Anche la copertina stessa riprende questo concetto; un uomo con le braccia rivolte verso l’alto che si produce in uno sforzo immane nel sorreggere, di fatto, il nulla.

Il messaggio di Andrea

La battaglia contro il nulla, Andrea Bes

Con questo libro intende riuscire a far capire ai normodotati cosa significa essere disabili. Per fare ciò ha deciso di raccontare quegli aspetti della disabilità a cui solitamente non vi si fa caso, e lo fa con una scrittura semplice e diretta. Senza troppi giri di parole va al dunque esponendo problemi, sensazioni, gioie e dolori, senza nascondersi anzi, mettendosi a nudo di fronte al lettore.

Non manca l’ironia che, a suo dire, è l’unico modo per poter descrivere situazioni di fronte alle quali si trovano spesso i disabili.

La battaglia contro il nulla, vuole essere anche un messaggio per dire che i disabili sono molto più forti e tenaci di quanto la gente solitamente immagina e questo concetto lo esprime con una sua frase, scritta a suo tempo per una campagna della FISH, che recita:

“Le uniche barriere che so di non poter superare sono quelle mentali, quelle che fanno credere ai “normodotati” di esserci superiori, mettendo così un abisso di pregiudizi idioti tra loro e noi disabili… per tutte le altre mi bastano tenacia, buona volontà e un po’ di senso pratico”.

 

Acquista il Libro di Andrea Bes su Amazon

compra su Amazon


Una Selezione di prodotti ed ausili per disabili disponibili su Amazon

  • 5BILLION Palle per Massaggio appuntite – Anti Stress, Rilascio miofasciale

    0 out of 5

    Le sfere di massaggio appuntite sono progettate per stimolare il massaggio dei tessuti profondi, la circolazione sanguigna, il punto di pressione, la flessibilità e la mobilità. È un trattamento ampiamente utilizzato per liberare i piedi, la schiena, il collo e il dolore alle spalle e alleviare la tensione.

    10,99
  • La battaglia contro il nulla di Andrea Bes

    0 out of 5

    La battaglia contro il nulla è una raccolta di sensazioni, di immagini in parole che Andrea Bes ha scritto nel corso di mesi. La vita di tutti i giorni, i ricordi d’infanzia, le difficoltà che la burocrazia impone sono alcuni dei temi che man mano affronta in questo zibaldone di pensieri. Con una scrittura ironica ci apre gradualmente le porte di un mondo che non si può conoscere, ma soltanto intravedere grazie alla sua guida.

    Talvolta sono percezioni improvvise, parole che scaturiscono inaspettate da un disagio o da una grande gioia. Altre volte sono frutto di lunghe riflessioni, di analisi accurate di ciò che il confronto con il mondo non può che provocare, in una mente sensibile e recettiva come la sua.

    In altri casi ancora, questi brevi scritti sono una sofferta ricostruzione di ciò che non sempre è facile delineare, finché non viene tradotto in parole, non viene messo nero su bianco.

    11,73
  • Cuscino Ergo Dry Feel ultra traspirante Saponetta

    0 out of 5

    Il guanciale Ergo Dry Feel ultra traspirante. L’unione di 2 schiumati con diverse proprietà di altissima qualità creano un guanciale dalle molteplici soluzioni.

    La base sagomata del cervicale o del saponetta è uno schiumato ad acqua con polioli vegetali di soia, con numerosi canali per favorire un adattamento alla forma della testa; Dal lato opposto è stato accoppiato uno strato bugnato automassaggiante di DRY FEEL rinomato materiale per le sue proprietà di far circolare l’aria ad ogni movimento favorendone la dispersione dell’umidità. Potete scegliere voi su quale dei 2 lati riposare.

    53,00
  • Tavola di Trasferimento Curva leggera con manici

    0 out of 5
    • La tavola è stata ideata per consentire agli utenti di trasferirsi in modo indipendente
    • Il taglio svasato migliora la stabilità
    • Tavola leggera, dotata di cuscinetti antiscivolo e con un rivestimento antibatterico
    • La forma curva coadiuva i trasferimenti laterali o in avanti
    • Maniglie per una maggiore presa
    58,72
  • Oltre i limiti meravigliosa…mente. Quando l’eccezionalità diventa normalità di Francesco Manfredi

    0 out of 5

    Roberto Zucchi è nato a Modena nel 1956 ma è da sempre residente a Padova, dove si è laureato in Scienze Politiche con una tesi su “Origini mistiche del nazismo”.

    Giornalista professionista dal 1981, è stato responsabile delle redazioni Esteri e Cultura nonché caporedattore centrale del quotidiano “Il Gazzettino” di Venezia.

    Nel 2012 ha pubblicato il giallo storico “Siderea Crimina” (Editoriale Programma). Paraplegico dal 1983 a causa di un incidente motociclistico, è sposato e ha due cani.

     

    15,30

 

Lascia un Mi Piace!

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *