Gianluca Toniolo: il chirurgo che non si è arreso

Pubblicato da: DisabiliNews Redazione Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 10 Giugno 2013

E’ una storia a lieto fine quella del Dott. Toniolo che in seguito a un terribile incidente verificatosi nel 2010, vede la sua vita drasticamente mutata. Lo scontro, in conseguenza del quale subisce lesioni permanenti alla colonna vertebrale, obbliga lo stimato chirurgo pisano di 56 anni ad interrompere bruscamente la professione medica costringendolo sulla sedia a rotelle.

Ma poco più di un mese fa, il 28 aprile 2012, grazie al sostegno dei suoi colleghi e dell’azienda sanitaria, il Dott. Toniolo ha visto realizzato il suo sogno: conclusosi l’iter burocratico infatti il chirurgo è potuto tornare finalmente al suo amato lavoro con l’ausilio di una sofisticata ed efficientissima carrozzina elettronica progettata su misura per lui dall’azienda DisabiliAbili.

Gianluca TonioloLa stretta collaborazione tra Toniolo, la sua equipe e il team di tecnici specializzati di DisabiliAbili hanno permesso all’azienda di profondere grande impegno e attenzione alla progettazione di una carrozzina unica nel suo genere che permette al medico di svolgere la sua attività all’interno della sala operatoria in piena libertà e comfort.
Le parole del Dott. Toniolo spiegano nel migliore dei modi la sua felicità nel raggiungere questo obiettivo: «Dopo 3 anni dall’incidente stradale sono tornato in sala operatoria, non per subire un altro intervento ma per eseguirne uno. Sono un chirurgo coloproctologo ed endoscopista presso l’Azienda ospedaliero universitaria di Pisa e opero da una sedia a rotelle».

Come il chirurgo ha sottolineato, risalire dal fondo delle sue paure e dalla consapevolezza dei limiti fisici non è stato facile, ma il vedersi nuovamente medico e non più paziente è stato fonte di gioie e soddisfazione tali da ripagare ampiamente i sacrifici affrontati durante questo lungo e difficoltoso cammino.
Fase molto importante, anche se troppo spesso sottovalutata, di qualsiasi percorso riabilitativo, è il reinserimento sul posto di lavoro. Esso risulta infatti un traguardo pressoché irraggiungibile per molte persone.

Speriamo che quest’esperienza, conclusasi con successo, possa infondere coraggio a tutti coloro che in seguito ad un incidente o per motivi di salute ambiscono a riprendere una vita piena e soddisfacente anche a livello professionale. E ci auguriamo che possa cambiare quanto prima la tendenza segnalata dal rapporto Anmil del 2012 in termini di inserimento lavorativo delle persone disabili, che per ora conta scarsi risultati.

A chi fosse interessato ad approfondire questa testimonianza consigliamo il libro “La vita in un attimo”, scritto dallo stesso Gianluca Toniolo, edito da Pacini Editore.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *