Disabile picchiato, il filmato pubblicato sul web

Pubblicato da: Andrea Bes Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 18 luglio 2016

Olbia – Un disabile residente a Olbia alle 6 del mattino del 10 luglio scorso è stato picchiato brutalmente appena fuori da una discoteca di San Teodoro. L’aggressione è avvenuta sotto gli occhi di decine di persone, rimaste a guardare. L’aggressione ripresa dalla telecamera del telefonino di uno degli amici che ha poi pubblicato su YouTube e postato su Facebook il video, probabilmente per vantarsi della bravata.
L’uomo è poi stato soccorso e portato in ospedale dai buttafuori della discoteca.
In seguito, tornato a casa, aveva raccontato di essere caduto dalla moto, ma quattro giorni dopo, vedendo il video, i famigliari hanno scoperto la terribile verità.
Il giorno 15, i famigliari, accompagnati dal proprio avvocato, hanno deciso di presentare una querela per quanto accaduto. Nella stessa serata, grazie anche ad un video che incastra il colpevole, i Carabinieri sono riusciti ad individuare l’autore, un giovane di Sassari, che è stato immediatamente denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nuoro che dovrà pronunciarsi sui fatti. Nelle immagini si vedono altre persone che assistono al pestaggio senza intervenire, compreso chi filma la sequenza. Le indagini stanno proseguendo al fine di individuare tutte le persone presenti e di capire il ruolo di ciascuno.

Immediate le prese di posizione e condanne.
Innanzi tutto il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi: “L’atto è da condannare senza se e senza ma e spero che il responsabile venga punito in maniera esemplare dalla giustizia. Il ragazzo vittima di questa brutale aggressione e bravo, educato, non farebbe male a nessuno. E si vede, nelle terribili sequenze del video, che è indifeso contro l’aggressore. Queste cose debbono farci riflettere e capire che abbiamo il compito di educare i giovani, promuovere il dialogo, perché cose del genere non si ripeta”.
Interviene anche il ministro Boschi: “Ho visto il video del ragazzo con disabilità picchiato a San Teodoro. Sconvolgente. Vogliamo chiarezza e giustizia subito”.
Mara Carfagna, parlamentare di Forza Italia, scrive su twitter: “Usare la violenza contro chi è più debole è sinonimo di vigliaccheria e ignoranza. Giustizia per Luca, ragazzo disabile picchiato ad Olbia”.
In una nota, Ignazio Messina, segretario nazionale dell’Italia dei Valori, unitamente ai senatori Idv Bencini, Molinari e Romani annuncia un ddl ad hoc che preveda l’aumento a non meno di dodici anni di reclusione quale pena edittale minima a carico di coloro che hanno osato esercitare violenza nei confronti di persone già di per sé svantaggiate e anche nei confronti di chi, sul web non impedisce la pubblicazione di queste vergognose immagini.

Dall’aggressore, nel suo post sul social network, rimosso poco dopo la pubblicazione, sono arrivate le scuse e la ricerca di una parziale giustificazione: “Come pubblicamente è stato il male, sarà anche il bene, perciò chiedo scusa al ragazzo a cui ho fatto del male, sottolineo non è un invalido, e che l’accaduto non è privo di motivazioni se pur ugualmente ingiustificabile”. L’autore chiede “scusa (anche) alla mia famiglia e scusa agli amici e non, che hanno dovuto vedere questa merda di video”.

Negli ultimi tempi sono venuti alla luce innumerevoli casi di cronaca relativi a maltrattamenti perpetrati nei confronti di soggetti indifesi. Un paese come l’Italia non può permettere che avvengano tali nefandezze, urge dunque un intervento legislativo immediato che preveda pene esemplari.

a cura di Andrea Bes

Ecco il Video dell´accaduto:

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *