Città accessibili: Chiusi si rinnova in favore dei disabili

Pubblicato da: DisabiliNews Redazione Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 9 Marzo 2013

CHIUSI – Giunge notizia dell’avvenuta sottoscrizione del protocollo sull’accessibilità da parte dell’amministrazione di Chiusi e delle associazioni Aniep e Anmil che porterà il comune a diventare presto una delle città accessibili d’Italia. Proseguendo un lavoro ormai consolidato da anni, il progetto arriverà a rendere la città di Chiusi interamente fruibile anche da parte dei portatori di handicap, procedendo alla completa eliminazione delle barriere architettoniche presenti nel comune.
 
Alcune delle novità inserite nel protocollo includono la sosta gratuita per i veicoli a servizio di persone disabili in aree dove attualmente è imposta la sosta a pagamento, nonché la possibilità di per i suddetti veicoli di continuare a circolare e sostare anche nel caso di sospensione o limitazione della circolazione o nell’eventualità di divieti di carattere temporaneo che definitivo. Saranno previste limitazioni solo nell’eventualità che la sopracitata circolazione agevolata si riveli un intralcio o un rischio al normale traffico.
Tra le molte proposte esemplari e gli impegni intrapresi dalla città di Chiusi, sia in favore dei disabili che in direzione del benessere dei cittadini, sono da ricordare la creazione dell’assessorato alla Qualità della vita presieduto da Andrea Micheletti e tutte le iniziative promosse proprio da questo assessorato nel corso degli ultimi anni: assolutamente degno di menzione è, ad esempio, “Libero Accesso”, l’evento annuale sotto il patrocinio del Comune di Chiusi e organizzato dall’Aniep, volto alla promozione ed alla tutela dei diritti civili e sociali delle persone disabili: nel corso dell’ultima edizione numerose sono state le aziende operanti nel settore della produzione di ausili e articoli specifici per persone disabili ad aver preso parte all’evento.
Il sindaco di Chiusi, Stefano Scaramelli afferma che “Il protocollo firmato non rappresenta un traguardo, ma bensì un punto di partenza. La firma che abbiamo messo non solo faciliterà la mobilità e la sosta per le persone portatrici di handicap, ma vuole anche essere un modello da seguire capace di far aumentare la solidarietà nel prossimo tanto più se con evidenti difficoltà di qualunque tipo. Ogni persona, prima di rappresentare se stessa tramite la propria vita, è innanzitutto un uomo al quale deve essere riconosciuto rispetto e dignità. Noi lo stiamo facendo anche con un assessorato dedicato e continueremo il nostro lavoro abbattendo pian piano ogni tipo di barriera sia architettonica che culturale”. 
Le associazioni firmatarie hanno manifestato la volontà di offrire piena collaborazione al Comune al fine di censire e segnalare tutti i parcheggi riservati ai disabili esistenti nel territorio comunale, suggerendo al tempo stesso sia la creazione di nuove aree di sosta che la soppressione di quelle non ritenute idonee.

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *