Barriere architettoniche disabili

Pubblicato da: Paola Cabiaglia Categoria: Curiosità Data di pubblicazione: 26 Ottobre 2012

Piattaforme per l'abbattimento delle barriere architettonicheLe barriere architettoniche sono elementi strutturali che impediscono parzialmente o limitano del tutto la fruizione di servizi e gli spostamenti da parte dei disabili e degli individui con ridotta capacità sensoriale o motoria. Nello specifico, può trattarsi di gradini troppo alti, rampe di scala esageratamente ripide, scale in pendenza, ecc. Per stabilire dei criteri comuni circa l’accessibilità, sono state emanate leggi “ad hoc” in materia di barriere architettoniche.

La legge che sancisce l’abbattimento delle barriere architettoniche è la n. 13 del 1989, e prevede contributi economici per abbattere le barriere architettoniche presenti in edifici privati in cui abitano persone disabili (non vedenti o con limitazioni fisiche e motorie). La normativa è stata introdotta dal D.M. 236/89, che stabilisce in maniera precisa i concetti ed i termini in essa contenuti. Innanzitutto, vengono specificati i termini accessibilitàvisitabilità e adattabilità. Inoltre il D.M. 263/89 fissa i parametri tecnici che servono per raggiungere questi livelli di qualità: i requisiti sono diversi a seconda degli spazi a disposizione e delle caratteristiche degli edifici. Quelli più vecchi, in caso di ristrutturazione, devono essere adeguati agli standard stabiliti dalla legge.

Per quanto riguarda gli spazi e gli edifici pubblici le leggi di riferimento sono le seguenti: decreto del Ministero delle attività culturali n. 114 del 16/05/2008; legge n. 41 del 28 Febbraio 1986; D.P.R. n° 503 del 24 Luglio 1996; legge n. 104 del 5 Febbraio 1992. Ovviamente esistono regole diverse per le varie situazioni: accessibilità nei luoghi di culto, nei cinema, sale riunioni, scuole.

E’ auspicabile che ogni intervento di superamento delle barriere architettoniche sia personalizzato in base alle esigenze individuali, ma questo è possibile per gli edifici privati, meno applicabile in quelli pubblici. Tra le novità previste dalla legge vi è la formazione di una figura professionale specializzata nell’abbattimento delle barriere architettoniche, denominata “disability manager”, da impiegare in Comuni con più di cinquantamila abitanti.

Per rimanere aggiornati sulle news dal mondo dei disabili vi invitiamo a iscrivervi alla nostra Newsletter e visitare Disabilinews.com.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *